Oro verde: il pistacchio di Bronte DOP

Condividi

Da oggi sul nostro shop online è possibile acquistare un prodotto dalle straordinarie proprietà salutari: il pistacchio verde di Bronte DOP. Molti di voi sapranno già che da qualche tempo il nostro shop è stato arricchito di nuovi prodotti, provenienti da piccoli produttori. Oggi parleremo di Aroma Sicilia e di come Alfio Paparo, insieme alla sua famiglia, continua a tramandare, di generazione in generazione, questa favolosa arte di coltivazione. Sul nostro shop è possibile acquistare crema di pistacchio, pesto di pistacchio, pistacchio al naturale, granella di pistacchio.

L’AZIENDA

Aroma Sicilia è una piccola azienda agricola, familiare, che produce pistacchio a Bronte precisamente in contrada Dagali. Il terreno si estende in un deserto lavico, ostico e roccioso. Dagali, appunto, vuol dire ” isole di vegetazioni risparmiate dalla colata lavica”.

La raccolta avviene ogni due anni, precisamente negli anni di numero dispari. I frutti vengono staccati a mano dai rami, uno ad uno, in equilibrio fra le rocce. Il pistacchio di Bronte mantiene la sua unicità sia per le caratteristiche organolettiche che per la particolarità di produzione. Questo gli conferisce quel valore aggiunto ormai riconosciuto a livello internazionale mediante il marchio DOP ed il Presidio Slow Food. La produzione annua di AromaSicilia é di circa 18.000 kg., in un terreno di circa 13 ettari, un deserto lavico dove solo la pianta del pistacchio (a frastuca in dialetto brontese, dall’arabo fastoch) cresce e produce i suoi frutti.

Maggiori informazioni sull’azienda di Alfio Paparo sono disponibili a questo link Aromasicilia

PROPRIETA’ NUTRIZIONALI DEL PISTACCHIO

Non saprei da dove iniziare nel descrivere le mille caratteristiche di questo fantastico frutto alleato della salute. Il pistacchio è ricco di sali minerali quindi potassio, magnesio, fosforo, calcio, rame e ferro. Contiene vitamina A, B, C, E ed H.

Tra le sue molteplici funzioni ricordo innanzitutto che riduce il rischio di arteriosclerosi. L’alto contenuto di vitamina A, ferro e fosforo aiuta a ricostituire il sistema nervoso. Mentre la vitamina B6 o piridossina, ottimo coadiuvante del sistema immunitario, stimola la produzione di mielina che supporta le fibre nervose nello scambio di informazioni.

Il pistacchio protegge il cuore grazie alla presenza di gamma-tocoferolo. Deriva dalla vitamina E ed ha una leggera azione vasodilatatrice, capace di proteggere le pareti dei capillari.

Il pistacchio è ricco di ferro, difatti 100 g. ne contengono 7,3 mg pari a mezzo kg. di manzo. Abbondano le fibre alimentari che svolgono numerose funzioni benefiche per l’organismo, tra le quali la riduzione dell’impennata glicemico insulinica, la prevenzione di stipsi favorendo la pulizia del lume intestinale, l’eliminazione di tossine che a sua volta riducono l’insorgenza di cancro all’intestino crasso, ragadi, diverticoli… Le fibre del pistacchio riducono, inoltre, il colesterolo cattivo.

Il consumo regolare di pistacchi permette di abbassare il livello di glucosio nel sangue, contrastando il diabete di tipo 2.

Il pistacchio dovrebbe essere consumato in gravidanza in quanto contiene Omega 3 ed Omega 6 utili a sviluppare in modo corretto il sistema nervoso del feto, grazie anche alla presenza di acido folico.

Oltre ad apportare benefici per gli occhi, contengono un elevato tasso di antiossidanti, indispensabili per contrastare i radicali liberi. Grazie ancora ai sali minerali come rame, zinco, selenio, luteina, vitamina H, il pistacchio aiuta a proteggere la pelle ed i capelli, difatti l’olio viene sovente utilizzato nella preparazione di creme e maschere nutrienti.

CONTROINDICAZIONI

Il pistacchio non ha particolari controindicazioni ma deve essere assunto con moderazione dai soggetti con allergia alla frutta a guscio, in quanto potrebbero risultare intolleranti anche al pistacchio. Attenzione al pistacchio salato che ha un cattivo effetto sulla pressione sanguigna, tende chiaramente ad alzarla.

Ho reperito utili informazioni mediche sul pistacchio verde DOP di Bronte da questa pagina paginemediche

IL PISTACCHIO VERDE DI BRONTE

Dolce, delicato, aromatico e dall’intensa colorazione verde. Queste le caratteristiche particolarmente apprezzate in tutto il mondo per la produzione di Bronte. Il pistacchio verde di Bronte viene da anni minacciato dall’importazione estera ma, dopo otto lunghi anni di protezione nazionale transitoria, il 9 giugno 2009 ha finalmente ottenuto il dovuto riconoscimento europeo di prodotto DOP. Difatti la Gazzetta Ufficiale dell’ Unione Europea ne ha pubblicato il disciplinare di produzione. La denominazione DOP riguarda la zona di produzione che cade nei territori di Bronte, Adrano e Biancavilla.

Questa varietà di pistacchio cresce sui terreni accidentati di Bronte e in nessun altra parte d’Europa. E solo qui ha un colore verde smeraldo così brillante e un profumo così intenso, resinoso, grasso.

Il Presidio Slow Food è stato avviato per far riscoprire ai consumatori questo prodotto di altissima qualità, promuovendo anche la grande pasticceria siciliana, quella capace di valorizzarne al meglio le qualità. A Bronte non c’è negozio, bar, pasticceria che non proponga dolcetti a base di pistacchio. Il Presidio è sostenuto dalla Regione Sicilia, in capo all’Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste.

Vi consiglio di approfondire la lettura sulla storia, coltivazione, ricette, discipinare DOP del pistacchio verde di Bronte a questo link Bronteinsieme

aromasicilia, bronte, cibosano, crema di pistacchio, food, oro verde, pesto di pistacchio, pistacchio dop di bronte, pistacchio naturale, storia del pistacchio


Lina Petraglione

Non ha qualifiche per scrivere sulla pasta, a parte il fatto che dirige con successo Pasta Spighe Molisane dal 2002. Quindi è molto qualificata. Nativa dell'Italia meridionale, Lina vive a Cercemaggiore insieme a mamma Vincenza ed alle sue tre sorelle: Patrizia, Katia e Maria. Appassionata di cibo di qualità, lontano dal lavoro ama degustare vini. Lina ama prendere il sole e passeggiare nella natura a raccogliere erbe spontanee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *