fagioli bianchi cotti in casseruola

Tornare in forma con i Fagioli Quarantino

Dopo le festività è normale aver preso qualche etto in più 🙂 ancor di più se vi siete abbuffati con uno dei nostri dolci 🙂 Che dire, ci sta! Adesso però dobbiamo rimediare. Qui di seguito qualche piccolo consiglio nutrizionale, non aspettatevi altro, perché non sono un dottore. Tutto quello che leggerete fa parte di una mia ricerca personale. Mi avvalgo anche delle opinioni di igienisti naturali e del parere medico della nostra collaboratrice Dott.ssa Nutrizionista Luisa Radice. Tornando a noi, oggi parleremo del Fagiolo Quaratino, prodotto disponibile sul nostro shop online. Non tutti sanno delle sue straordinarie proprietà nutrizionali e non tutti sanno che sono ottimi alleati della nostra dieta dimagrante.

Proprietà Nutrizionali

Non so davvero da dove iniziare, perché qui la storia è lunga. Quello che ci interessa è tornare in forma, quindi partiamo dalle sue qualità dimagranti. I fagioli aumentano il senso di sazietà e già con questa affermazione abbiamo detto tutto. Questo perché spesso le diete falliscono proprio per colpa del senso di fame e quindi del desiderio di mangiare. I fagioli ci aiutano tantissimo in questo, dandoci quella sensazione di aver mangiato la giusta quantità di cibo. Proviamo a riassumere brevemente tutte le loro caratteristiche nutrizionali.

Cosa contengono

  • Ricchi di proteine. I fagioli sono da sempre soprannominati “la carne dei poveri” proprio per il loro magico apporto di proteine. Infatti quando per avversità economiche la carne era un bene troppo costoso, i fagioli rappresentavano l’unica fonte di proteine. Queste proteine hanno un basso valore biologico, in quanto non hanno tutti gli aminoacidi essenziali di cui l’uomo ha bisogno. Basterà abbinarli a cereali tipo frumento, orzo, farro…per completarne il profilo aminoacido.
  • Fonte di fibre. Le fibre sono costituite da carboidrati non digeribili, esse ci aiutano a prevenire il diabete e l’obesità, in quanto riducono il livello di zucchero nel sangue. Le fibre non apportano nutrienti all’organismo, ma favoriscono le funzioni intestinali. Inoltre ne aiutano la flora batterica, preservandone il suo equilibrio biologico. Essendo comunque alimenti ricchi di fibre se ne consiglia l’uso moderato a chi soffre di colon irritabile o altre patologie a carico del colon.
  • Buona fonte di ferro. Chiaramente essendo un ferro “vegetale” ha una bio disponibilità più bassa rispetto al ferro “animale”, quindi se siete anemici mangiare fagioli non risolverà il problema. Un’ottimo consiglio per assimilare al massimo il ferro contenuto nei legumi è quello di abbinarci la vitamina C. Ad esempio potete aggiungere del succo di limone all’acqua di ammollo dei fagioli. O ancora aggiungere del succo di limone se consumati in insalata o semplicemente accompagnarli con verdure ricche di vitamina C.
  • Ricchi di vitamine. Contengono molti nutrienti, contengono tantissime vitamine tipo A, B, C, ed E. Inoltre abbondano sali minerali e oligominerali, come ad esempio il potassio, il ferro, calcio, zinco e fosforo.

Fagioli Quarantino

Fagioli Quarantino sono fagioli bianchi tondeggianti. Sono presenti sul nostro shop da pochissimo e devo dire che stanno riscontrando molto il vostro interesse. Il nostro produttore Antonio Ferraro li coltiva in regime biologico. Non abbiamo in etichetta la certificazione biologica in quanto vengono imbustati da noi, che non siamo certificati. La legge prevede che un alimento, per essere etichettato come biologico, non solo dev’essere coltivato secondo il metodo bio, ma anche chi lo manipola deve avere la certificazione biologica. Pertanto non vedrete in etichetta la classica fogliolina verde che contraddistingue i prodotti biologici, ma sappiate che il prodotto essenzialmente lo è.

Hanno una forma piccola e minuta e sono molto saporiti. Al gusto sono morbidi, teneri e di poco farinosi. La buccia è molto sottile ed ha un colore bianco che va sul cenere. I nostri Fagioli Quarantino sono tipici dell’Avellinese e del Beneventano, zona di provenienza del nostro prodotto. Sono conosciuti anche con il nome di fagioli bianchi o fagioli tondino.

Coltivazione dei Fagioli Quarantino

Così chiamati per via della durata del loro ciclo di maturazione che, appunto, dura 40 giorni. Il seme è di provenienza locale, in quanto è stato conservato per anni dai coltivatori del posto. Si seminano a maggio e si raccolgono ad agosto o settembre. Normalmente non si usano fertilizzanti o diserbanti, addirittura non è necessario irrigare in quanto il clima del posto è già di per sé piuttosto umido. I nostri è sono dei fagioli biologici, quindi non necessitano di nulla, ed hanno una coltivazione totalmente manuale. Chiaramente viene utilizzato alcun prodotto chimico per eliminare erbe infestanti. Antonio li coltiva alternando altri prodotti biologici nella rotazione colturale.

Il Fagiolo Quarantino è un Presidio Slow Food che purtroppo sta perdendo la sua produzione per via della coltivazione manuale e laboriosa. E’ considerato l’Oro Bianco fra i legumi, in quanto è uno dei legumi più antichi e prestigiosi.

Come utilizzarli

Le modalità di preparazione sono diverse e tutte buonissime. Io li mangio spesso, ormai fanno parte integrante della mia alimentazione. Li preferisco bolliti ed al naturale, aggiustati con olio e spezie, con l’aggiunta di poco succo di limone. Il mio consiglio è quello di non metterli in ammollo, o meglio è il consiglio del produttore ;D infatti se messi a bagno , durante la cottura perdono la caratteristica pellicina trasparente. Di conseguenza saranno fastidiosi da mangiare ed anche alquanto bruttini. Quindi passateli sotto l’acqua e metteteli direttamente in acqua per la cottura. Attenzione che la cottura sarà lenta e laboriosa. Occorre circa un’ora per cuocerli. Mia nonna li mette a bollire la mattina, nella classica “pignata” di terracotta e li lascia andare per ore. Squisiti!

Altra preparazione super consigliata è quella di metterli nel sugo di pomodoro e di condirci della pasta artigianale, io li adoro con i cavatelli cercesi, mi ricordano la mia infanzia!

Sono ottimi anche aggiunti ad una insalata o, perché no, una misticanza che io elaboro spesso con erbe di campo che crescono spontaneamente nel bosco sotto casa.

Nella stagione invernale li adoro nelle zuppe di legumi, aggiungo zucca ed un cucchiaino del brodo vegetale che abbiamo sul nostro shop. Essendo un brodo totalmente naturale, che non contiene nessuna sostanza chimica ma solamente verdure, vi posso garantire che gusterete una zuppa davvero squisita. Inoltre potete aggiungervi i ceci, abbiamo una buonissima varietà, il cece pascià. In tal modo sarà una zuppa molto ricca.

Che dirvi, buon divertimento in cucina! Anzi, se volete, mandatemi un po’ del vostro materiale, foto, ricette, consigli. Sarò ben lieta di pubblicarli sul nostro sito e sui nostri social.

Lina

Lascia un commento

Accedi con



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da
Lina Petraglione
Nativa dell’Italia meridionale, Lina vive a Cercemaggiore a circa mille metri di altezza sul livello del mare. Ama passeggiare nella natura che circonda la sua abitazione ed il pastificio di famiglia. Da sempre appassionata di cibo di qualità e di erbe spontanee, che lontano dal lavoro ama raccogliere nelle campagne incontaminate del suo paese.

Tag


Articoli dal blog


Condividi:

Mi piace:

Sei importante per noi

Per essere più efficienti nello svolgimento delle attività di customer care, ti preghiamo di consultare la nostra Guida o contattarci attraverso la mail info@spighemolisane.com
oppure chiama il +39 329 612 0907

Costi di spedizione

ITALIA: spedizione GRATIS per ordini da 30€
oppure 7€
EUROPA: spedizione GRATIS per ordini da 150€ oppure 35€

Shopping sicuro

I tuoi pagamenti online sono protetti

metodi di pagamento accettati
metodi di pagamento accettati


Logo Spighe Molisane

Piemme Food Srl
C.da San Vito, 18 Cercemagiore, Italia
Capitale sociale: €500,00 i.v.
CF/P.IVA: IT01721800702
Camera di Commercio di Campobasso REA CB-130860

Carrello della spesa
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti