immagine di sette bacche di rosa canina

Rosa Canina = Vitamina C

Signori e Signore siamo di fronte ad una bomba di salute: la rosa canina. Rappresenta, in natura, la vitamina C. Ne possiede un contenuto così elevato da essere il primo frutto in Europa per concentrazione. Quasi cento volte in più rispetto agli agrumi. Sul nostro shop è disponibile la Confettura Extra di Rosa Canina che allieterà i vostri palati di pura dolcezza.

Torniamo a parlare di salute e di alimentazione. E’ un argomento che mi affascina tanto e cerco sempre di documentarmi al massimo. Inutile dire che durante le mie passeggiate nei boschi, di rosa canina ne trovo veramente a quintali. Una volta ho addirittura provato a mangiarne una bacca. Al naturale, cruda. Diciamo che questa è una pratica alquanto sconsigliata, perché i semi e la peluria interni sono irritanti.

La Rosa Canina

La rosa canina fiorisce da maggio a luglio. I petali si raccolgono senza il calice. Sono di poco profumati e sono utilizzati per aromatizzare liquori, tisane, aceto… Alla fine della fioritura restano delle bacche rosse, considerati dei falsi frutti. Le bacche della rosa canina sono dette cinòrrodi o cinòrroidi. Grazie al loro particolare gusto agrodolce, sono ottimi trasformati in confetture, salse o liquori. Per le composte o le confetture è necessario che i cinòrrodi abbiano subìto una gelata. Se preparate in casa andrà bene anche passarli prima in congelatore.

frutti rossi della rosa canina
Cinòrrodi o Cinòrroidi, i frutti della rosa canina

La Rosa Selvatica

Come abbiamo già detto, la rosa canina è il frutto della rosa selvatica. Tecnicamente è un arbusto spinoso che in primavera si riempie di bellissimi fiori rosa e bianchi. Sono molto delicati come fiori ed hanno pochi petali. Infatti al minimo tocco tendono a cadere o volare via.

fiore di rosa selvatica
Il fiore della Rosa Selvatica

Terminata la fioritura, resterà solo il bocciolo centrale che si trasformerà in una bellissima bacca di rosa canina. Successivamente cadranno tutte le foglie e resterà in piedi questo cespuglio “secco”.

Tra storia e leggenda

La rosa canina deve il suo nome al naturalista Plinio il vecchio. A suo dire un soldato romano fu morso da un cane e, dopo aver contratto la rabbia, fu guarito dalla rosa canina. In effetti realizzò un vero e proprio decotto con le sue radici.

Da altre tribù, in particolare quelle germaniche, la rosa canina era attribuita alla dea dell’amore e della fertilità: Freya. Tra l’altro, anche la dea greca Afrodite, simbolo dell’amore, nacque in un cespuglio di rose bianche. Le stesse divennero rosse in quanto la dea si punse un piede con una spina e macchiò indelebilmente i petali della rosa.

Altre tribù americane, come quelle Chumash e Samish, consumano la rosa selvatica cruda e cotta. Inoltre la utilizzano per la produzione di vino.

Proprietà salutari

Da sempre la rosa canina viene utilizzata a scopo curativo. La caratteristica principale, a livello nutrizionale, è la concentrazione di vitamina C. Le bacche di rosa canina sono considerati proprio degli integratori di vitamina C essendone così ricche.

La rosa canina ed i suoi frutti, inoltre:

  • contengono tantissima acqua e fibre, utili al nostro intestino;
  • le bacche sono utilizzate, a livello curativo, per la prevenzione di influenze e raffreddori. Aiutano a rinforzare l’organismo ed alla riabilitazione post-influenzale;
  • hanno proprietà antinfiammatorie ed astringenti;
  • proteggono i vasi sanguigni grazie alla presenza di polifenoli;
  • la rosa canina è utile nell’alleviare i dolori provocati da artrite reumatoide;
  • sono utili contro la diarrea e coliche intestinali, grazie alla presenza di tannini;
  • rafforzano le difese immunitarie;
  • anticamente i semi venivano utilizzati per dissolvere i calcoli. A quanto pare hanno particolari proprietà drenanti;
  • aiutano a combattere tonsilliti, rinofaringiti, otite, tosse, raffreddore.

Rinite allergica

Devo dire che ho imparato tantissimo da questa mia ricerca sulla rosa canina. Spesso mi trovo davanti dei rimedi assolutamente naturali per problemi che ho io in prima persona. Come, ad esempio, la rinite allergica. In primavera soffro di questa fastidiosissima allergia ai pollini, in particolare alla fioritura del cipresso. Mi trovo, quindi, a combattere contro di essa, per circa un mese. Ho provato di tutto a livello medicale. Ormai sono giunta al punto che nessun antistaminico, purtroppo, riesce a produrre effetti benefici.

Dai germogli della pianta si preparano dei composti che vengono sottoposti a macerazione. Essi ottimizzano la risposta immunitaria nei soggetti allergici. Sono i cosiddetti gemmoderivati, che non apportano energie all’organismo bensì le direzionano verso la salute cellulare. Infatti la loro funzione principale è quella di sostenere i nostri organi nella fase di disintossicazione.

La Confettura Extra di Rosa Canina

Come già detto, sul nostro shop è presente un articolo a base di rosa canina. La nostra Confettura Extra di Rosa Canina è realizzata come una semplice marmellata casalinga. Innanzitutto le bacche di rosa canina sono locali in quanto il Molise è ricco di questo frutto. La raccolta avviene a novembre circa, dopo la prima gelata. La confettura è lavorata entro 24 ore dalla raccolta delle bacche. Una volta arrivate in laboratorio sono selezionate a mano, una per una. L’aggiunta dello zucchero di canna e del limone arricchisce di gusto questa ricetta. Non c’è traccia di pectina, addensanti, coloranti o conservanti. La Confettura Extra di Rosa Canina è un prodotto molto particolare ed ancora poco conosciuto. Ha un sapore dolce ed intenso, oltre che molto particolare.

La Confettura Extra di Rosa Canina è ottima a colazione. Può essere spalmata sulle fette biscottate, su un pane morbido o ancora sul nostro Pane di Saragolla. Inoltre può essere utilizzata nelle preparazioni dolciarie di ogni tipo. Ad esempio nell’elaborazione di una crostata, di un gelato…In alternativa può essere abbinata ai formaggi.

Una preparazione davvero particolare ed innovativa è quella di adoperare questa confettura come tisana. Basterà sciogliere un cucchiaio di Confettura Extra di Rosa Canina in acqua bollente per trasformarla in un ottima tisana.

barattolo di vetro contenente confettura extra di rosa canina
Confettura Extra di Rosa Canina dell’Azienda “Il Nido del Pettirosso” (Ferrazzano -CB)

Spero che in questo articolo abbiate trovato informazioni a sufficienza su questa meravigliosa pianta.

A presto sul mio blog.

Lina

Lascia un commento

Accedi con



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scritto da
Lina Petraglione
Nativa dell'Italia meridionale, Lina vive a Cercemaggiore a circa mille metri di altezza sul livello del mare. Ama passeggiare nella natura che circonda la sua abitazione ed il pastificio di famiglia. Da sempre appassionata di cibo di qualità e di erbe spontanee, che lontano dal lavoro ama raccogliere nelle campagne incontaminate del suo paese.

Tag


Articoli dal blog


Sei importante per noi

Per essere più efficienti nello svolgimento delle attività di customer care, ti preghiamo di consultare la nostra Guida o contattarci attraverso la mail info@spighemolisane.com
oppure chiama il +39 329 612 0907

Shopping sicuro

I tuoi pagamenti online sono protetti

Costi di spedizione

ITALIA: spedizione GRATIS per ordini da 30€
oppure 7€
EUROPA: spedizione GRATIS per ordini da 150€ oppure 35€


Piemme Food Srl
C.da San Vito, 18 Cercemagiore, Italia
Capitale sociale: €500,00 i.v.
CF/P.IVA: IT01721800702
Camera di Commercio di Campobasso REA CB-130860

Carrello della spesa
There are no products in the cart!